A Dorsoduro, Palazzo Venier dei Leoni diventò dimora veneziana della ricca ereditiera americana Peggy Guggenheim che vi custodì la propria collezione privata. Oggi il palazzo è sede della Collezione Peggy Guggenheim, museo d’arte europea ed americana della prima metà del ventesimo secolo tra i più importanti al mondo.
Per calarsi nell’arte pittorica veneziana e veneta, bastano pochi passi: vicino al B&B Dorsoduro 461, ai piedi dell’ottocentesco Ponte dell’Accademia, si può visitare la magnifica collezione di dipinti della scuola veneziana nelle Gallerie dell’Accademia, che spazia dal periodo medievale bizantino al Rinascimento, al Barocco e al Rococò.
COSA FARE NEI DINTORNI:
La Fondamenta delle Zattere, riva costruita nel ‘500 per scaricarvi il legname proveniente dai boschi del Cadore, deve il suo nome proprio alle “zattere” di tronchi d’ albero che trascinate attraverso i fiumi, dalle montagne arrivavano fin lì.
Oggi offre oggi una suggestiva passeggiata costellata di caffè, pizzerie, ristoranti e gelaterie: di fronte si affaccia l’isola della Giudecca e la palladiana chiesa del Redentore.
Dalla Punta della Dogana anticamente posta al controllo delle merci in arrivo, la vista spazia sul bacino di San Marco e l’isola di S.Giorgio.
Nei pressi spicca l’imponente basilica di Santa Maria della Salute, fatta costruire dalla Serenissima in segno di ringraziamento per la fine della peste nel 1630.
Ancor oggi, dopo 400 anni, il 21 novembre festa della Salute, la chiesa si riempie di pellegrini che vi giungono in processione tramite uno suggestivo ponte di barche sul Canal Grande.

 

neroquadr